Prestiti a pensionati

Il pensionato che dipende direttamente dall'INPS (Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale), può accedere ad un finanziamento sia sotto forma di prestito personale sia come cessione del quinto della pensione. I prestiti personali, se corrispondenti a tutti i criteri di assumibilità delle banche o finanziarie, vengono concessi in virtù del fatto che la pensione rappresenta un'entrata sicura e, se l'età non è particolarmente avanzata, la pratica viene approvata abbastanza velocemente. In alcuni casi viene richiesta una polizza vita o l'intervento di un garante con reddito ( sta diventando una prassi soprattuto quando l'importo della pensione non è molto alta o se l'età assumibile nei limiti dei criteri stabiliti).
Per il pensionato invalido che ha bisogno di richiedere liquidità, il percorso per accedere ad un prestito è più lungo e a discrezione dell'istituto di credito a cui si rivolge. Per l'accesso ad un prestito personale, dovrà dimostrare di percepire un reddito continuativo che supporti la rata mensile, che non abbia superato il limite di età previsto (di solito il finanziamento deve concludersi entro i 75 anni) e che non abbia segnalazioni come cattivo pagatore per ritardi di pagamento di finanziamenti precedenti.